Discussion:
segnali zingari
(troppo vecchio per rispondere)
Urza
2003-08-04 11:04:23 UTC
in tema di furti vi voglio dare un indizio per sapere se la vostra casa e'
stata messa sotto controllo.
fate attenzione ai citofoni oppure ai tasti dell'ascensore, gli zingari
praticano dei segni tipo asterischi, righette e roba varia per indicare se
un appartamento e' da svuotare, se e' gia' stato svuotato etc etc.
i segni vengono fatti con limette, coltellini o simili, risultano quindi
poco incisi e molto sottili, controllate bene controluce.
per verificare quello che vi ho detto potete controllare sui citofoni di
appartamenti che hanno subito un furto, vedrete che non mi sbaglio.
nel mio caso il segno e' stato trovato sull'ascensore.
vigilate... vigilate

Urza
John
2003-08-04 11:18:23 UTC
Post by Urza
vigilate... vigilate
io sarò pazzo, ma io ho talmente in odio i 'topi di appartamento' che io
metterei delle 'tagliole' sparse qua e là che 'zac' appena uno si azzarda a
fregare, gli stacca una mano.
Tra l'altro questo metodo è perfettamente legale in Yemen, dove notoriamente
ai ladri viene tagliata una mano seduta stante.

Quindi un po' di 'giustizia yemenita secondo la Sharia' non farebbe male.
Smartgatto
2003-08-04 11:22:44 UTC
Post by John
Tra l'altro questo metodo è perfettamente legale in Yemen, dove
notoriamente ai ladri viene tagliata una mano seduta stante.
Quindi un po' di 'giustizia yemenita secondo la Sharia' non farebbe male.
allora introduciamo anche la pena di morte... dai..
MDV
2003-08-04 11:41:22 UTC
Post by Smartgatto
allora introduciamo anche la pena di morte... dai..
Bravo!
Vuoi dire che cominci a dire cose sensate anche tu?
Non ci credo...

Ma senti, Smartgatto, hai mai provato ad avere la tua casa svaligiata?
Hai mai provato questo senso di "intimità violata"?
Hai mai provato a pensare chissà quali sporche mani hanno toccato i tuoi
affetti più cari?
No?????

E allora VAI A CAGARE e parla solo se hai qualcosa di serio da dire!
O lo stare zitto offende il tuo ego?

Ciao
Massimo
Smartgatto
2003-08-04 12:03:46 UTC
Semplici deduzioni, caro amico.
bravo..
Se ti fosse successo non parleresti così, e saresti il primo a
pensarla come John
va bene *hai ragione*
Ma siccome non ti è mai successo... spari cazzate... come al
solito... ma ci sono abituato!
ok, ora che ti sei sfogato, te ne puoi tornare da dove sei venuto...
MDV
2003-08-04 12:21:59 UTC
Post by Smartgatto
ok, ora che ti sei sfogato, te ne puoi tornare da dove sei venuto...
Ma chi sei... il "padrone del vapore"???
Hai sempre e solo ragione tu, che ti permetti di parlare così?
O, da buon "democratico di sinistra" (che è una contraddizione in termini),
credi che chi non la pensa come te "deve tornare da dove è venuto"???

Bravo!
Fantastico!
Geniale!

Democratico!
... oooops... questa non la dovevo dire...

Continua così!

Ciao
Massimo
Paolo Fasce
2003-08-04 12:40:13 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 14:21:59 +0200, "MDV"
Post by MDV
"democratico di sinistra" (che è una contraddizione in termini)
Sarebbe stato di gran lunga piu' elegante, definirlo un ossimoro. 8-)

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
MDV
2003-08-04 13:04:28 UTC
Post by Paolo Fasce
Sarebbe stato di gran lunga piu' elegante, definirlo un ossimoro. 8-)
Ciao ciao.
Ossimoro - L'ossimòro o ossìmoro (dal greco óxys, "acuto", e móros,
"ottuso", "stupido") è una figura retorica di pensiero e una forma
particolare di antitesi che accosta, nella stessa locuzione, parole di senso
opposto. Lo scopo è quello di attirare l'attenzione o di produrre un effetto
di straniamento, oltre che di sottolineare i concetti con acutezza:
"silenzio eloquente", "un bel bruttino", "le convergenze parallele".

da Microsoft® Encarta® Enciclopedia Plus. © 1993-2002 Microsoft Corporation.
Tutti i diritti riservati.

Azzzz. ho dovuto cercarlo su Encarta....
è che io non sono un "letterato", e non vivo di questo, come mi sembra
invece tu faccia...
ma "contraddizione in termini" e "ossimoro" non sono quindi la stessa
cosa??????
E' che io sono fatto così... ho fatto l'ITIS e scrivo di getto....

però questo mi conferma che dire "democratico di sinistra" è uguale a dire
una gran stronzata!
Giusto?
E' un ossimoro, no???????

Baci
Massimo
Paolo Fasce
2003-08-04 16:13:48 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 15:04:28 +0200, "MDV"
Post by MDV
Azzzz. ho dovuto cercarlo su Encarta....
E' spiegato bene, direi. Sul mio Zingarelli non e' cosi' chiaro.
Post by MDV
è che io non sono un "letterato", e non vivo di questo,
come mi sembra invece tu faccia...
Piacere, qIngegnere Elettronico Paolo Fasce. 8-)

La q sta per "quasi", visto che ho dato 28 esami, ma non ancora la
tesi.
Post by MDV
ma "contraddizione in termini" e "ossimoro" non sono
quindi la stessa cosa??????
Non direi. Non esattamente. Pero' nel contesto, puoi certo fare piu'
"sciato" utilizzando quel vocabolo.
Post by MDV
E' che io sono fatto così... ho fatto l'ITIS e scrivo di getto....
Io non ho fatto l'ITIS, ma scrivo di getto lo stesso. Quando scrivo
per essere pubblicato, allora mi rileggo.
Post by MDV
però questo mi conferma che dire "democratico di sinistra"
è uguale a dire una gran stronzata!
Giusto?
E' un ossimoro, no???????
Dipende dai punti di vista. Dal tuo, direi di si'.

En passant, questa mattina ho scritto un pezzo per il Secolo XIX dove
parlo proprio di "ossimoro"... Per quello mi e' venuto subito in
mente, mentre ti leggevo...

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
MDV
2003-08-04 16:28:11 UTC
Post by Paolo Fasce
En passant, questa mattina ho scritto un pezzo per il Secolo XIX dove
parlo proprio di "ossimoro"... Per quello mi e' venuto subito in
mente, mentre ti leggevo...
Sai che fa un certo effetto sentirsi dire "mentre ti leggevo"?
Uno si sente quasi un Giorgio Bocca...
:-)
Ciao
Massimo
Paolo Fasce
2003-08-04 17:37:49 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 18:28:11 +0200, "MDV"
Post by MDV
Sai che fa un certo effetto sentirsi dire "mentre ti leggevo"?
Uno si sente quasi un Giorgio Bocca... :-)
Giorgio Bocca? Avrei detto un altro nome! 8-)
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
Geremia Lettiga
2003-08-04 18:41:39 UTC
Post by MDV
Ma senti, Smartgatto, hai mai provato ad avere la tua casa svaligiata?
Hai mai provato questo senso di "intimità violata"?
Hai mai provato a pensare chissà quali sporche mani hanno toccato i
tuoi affetti più cari?
No?????
E allora VAI A CAGARE e parla solo se hai qualcosa di serio da dire!
O lo stare zitto offende il tuo ego?
ma come sei rancorosa cara... .. ce l'hai ancora su con lui perche' non ha
accettato la tua proposta di lavoro?? e daiii datevi un bacino e fate
pacina... su su...
--
Baxi Max
"Questa origin e' in affitto"


---
Outgoing mail is certified Virus Free.
Checked by AVG anti-virus system (http://www.grisoft.com).
Version: 6.0.506 / Virus Database: 303 - Release Date: 01/08/2003
MDV
2003-08-04 19:40:55 UTC
Via, Massimo.... Tutti abbiamo dei problemi, ma tu,
evidentemente, il caldo non lo reggi !!!! :-\
Uehhhhh!
Hai cambiato nick pure tu?
Che gran casino!!!!

Ciao
Massimo
Giulietto
2003-08-04 19:58:59 UTC
Post by MDV
Hai cambiato nick pure tu?
Che gran casino!!!!
Ciao
Massimo
Ciauz :-))))
Post by MDV
"There is a new book out now that lists
all the foreign countries that hate or
resent the United States
. It's called the World Atlas."

Gåtto Fieschi®.
Geremia Lettiga
2003-08-04 21:17:06 UTC
Post by Geremia Lettiga
ce l'hai ancora su con lui perche' non ha
Post by Geremia Lettiga
accettato la tua proposta di lavoro?? e daiii datevi un bacino e fate
pacina... su su...
Tu hai dei problemi, sai?
Ho anche dei temi e dei dettati... serve qualcosa?

;-)
--
Baxi Max
"Non discutere mai con un coglione, potrebbero non notare la differenza"


---
Outgoing mail is certified Virus Free.
Checked by AVG anti-virus system (http://www.grisoft.com).
Version: 6.0.506 / Virus Database: 303 - Release Date: 01/08/2003
John
2003-08-04 11:57:39 UTC
Post by Smartgatto
Post by John
Tra l'altro questo metodo è perfettamente legale in Yemen, dove
notoriamente ai ladri viene tagliata una mano seduta stante.
Quindi un po' di 'giustizia yemenita secondo la Sharia' non farebbe male.
allora introduciamo anche la pena di morte... dai..
se lo chiedi a me, io in certe occasioni appoggio la pena di morte.
Il discorso è troppo complicato, perchè se se vuole eliminare la pena di
morte in base a certi principi, allora bisogna eliminare anche l'ergastolo,
perchè è una pena inutile, non educativa, e moralmente tando 'ingiusta'
quanto la pena di morte.
Certamente parlo degli ergastoli *veri* non quelli italiani, che dopo 10
anni ti mandano fuori per buona condotta.

Io in questi casi ho una visione molto 'primitiva' della giustizia, perchè
ho cominciato già da molto tempo a mettere in dubbio il nostro grande
Beccaria.
Prima si deve definire il 'fine', il 'significato' della 'giustizia di
stato'.
Poi si posono costruire le strutture.
Ebbene tutto questo è già stato fatto ma non risponde alla 'volontà',
al 'senso' che i cittadini hanno di 'giustizia'. Non è 'condiviso' dalla
popolazione.
La popolazione il più delle volte anzi si sente 'sfiduciata', 'tradita'
dalle istituzioni.

Eppoi, per tirare l'argomento all'estremo, penso che ci sia più *giustizia*
nell'atto di un padre che ammazza 'a caldo' l'assassino di un suo figlio,
più che alla 'giustizia di stato' che prima gli fa il processo e poi dopo
qualche anno lo rilascia.
Questa non è 'giustizia' ma 'presa per il culo'.
I limiti tra 'giustizia' e 'giusta vendetta' sono molto sottili. Anzi io non
penso nemmeno che esistano.
Se proprio uno vuole a tutti i costi avere la 'coscienza pulita' allora che
lasci la 'giustizia' a Dio.
*La Vendetta è MIA* tuona la voce del Creatore !!
Quindi, niente pene di morte, niente ergastoli, niente prigioni.
'Moralmente' sarebbe più 'giusto' che quello che esiste adesso.

Ma non mi si parli della 'giustizia di Stato' perchè a me fa solo ridere.

Nè *educa* nè *fa giustizia*.
Anzi il più delle volte produce e rafforza la delinquenza.
Smartgatto
2003-08-04 12:00:32 UTC
Post by John
se lo chiedi a me, io in certe occasioni appoggio la pena di morte.
forse mi sono espresso male..anzi..non mi sono espresso proprio... io
approverei la pena di morte solo in determinati casi (ovvero quando ad
esempio si è in grado di determinare al 100% la colpa di un delitto..)
MDV
2003-08-04 12:05:11 UTC
se lo chiedi a me...........
Sottoscrivo ogni parola!
Grazie John.
:-)
Massimo
MDV
2003-08-04 12:58:46 UTC
forse e' bene, parafrasando non
so piu' quale presidente americano, che nel nostro paese l'avversione
contro la pena di morte sia cosi' luminosa da illuminare tutto il
globo.
Non sono d'accordo.
Perchè il punto è questo: no alla pena di morte (chi siamo noi per togliere
la vita ad una altra persona?), no all'ergastolo (perchè, poverino, al
"colpevole" bisogna dare un opportunità di "riscattarsi"), e via così!

Risultato: ogni assassino dopo 10 anni di galera è libero di assassinare di
nuovo, ogni ladro dopo due anni può rubare di nuovo, ogni borseggiatore
tredicenne - poverino - è troppo piccolo per capire (e allora è anche troppo
piccolo per il riformatorio) e allora lasciamo pure che borseggi....
Quindi... siamo la patria dove i delinquenti fanno quello che vogliono, dove
le persone per bene devono avere paura e dove chiunque venga con un gommone
ottiene dallo Stato più di qualunque altro cittadino che in questo Stato ci
è nato.

Sicuramente sei al corrente di tutte le vessazioni che subiscono i genovesi
dalle orde di immigrati più o meno clandestini che ormai sono i padroni
della città.
Confermi? Il tuo stesso giornale ogni giorno riporta fatti di cronaca su
questo.
Ma non succede niente. Sono protetti. E adesso li vogliono pure far votare.
Se chiami la polizia perchè non ti fanno dormire, si ubriacano e si danno le
bottiglie sulla testa ti dicono che al momento non hanno macchine
disponibili (mi è successo tre volte su tre).
La realtà è che la polizia ha paura a entrare nel centro storico di notte.
Perchè loro stessi non sono tutelati (Placanica - che Dio lo conservi in
vita - ne è la prova).
Quindi, in Italia non c'è la certezza del diritto. Punto.
E se la certezza del diritto deve passare dalla pena di morte per chi se lo
merita (esempio: perchè cazzo un giorno Donato Bilancia potrà girare ancora
sui treni? Me lo dici tu?), allora: viva la pena di morte!

Scusa lo sfogo

Massimo (che tra l'altro gioca pure a scacchi... :-) )
Erik
2003-08-04 13:33:49 UTC
Post by MDV
Quindi, in Italia non c'è la certezza del diritto. Punto.
E se la certezza del diritto deve passare dalla pena di morte per chi se lo
merita (esempio: perchè cazzo un giorno Donato Bilancia potrà girare ancora
sui treni? Me lo dici tu?), allora: viva la pena di morte!
Scusa lo sfogo
Complimenti! ...Permettimi di aggiungere: Cosa lo chiamano a fare
"Ergastolo" se poi comunque escono entro la fine dei loro giorni?

Ciao
Erik

"La legge è uguale per tutti......" ;-))
John
2003-08-04 14:17:50 UTC
Post by Erik
"La legge è uguale per tutti......" ;-))
ti sei dimenticato : 'ma alcuni sono più uguali degli altri'..... :-)))
Paolo Fasce
2003-08-04 17:11:08 UTC
Post by John
ti sei dimenticato : 'ma alcuni sono più uguali degli altri'..... :-)))
I maiali, se non erro.

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
Paolo Fasce
2003-08-04 17:11:05 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 15:33:49 +0200, "Erik"
Post by Erik
Complimenti! ...Permettimi di aggiungere: Cosa lo
chiamano a fare "Ergastolo" se poi comunque escono
entro la fine dei loro giorni?
Non so, magari perche' un giorno il Papa va in parlamento e chiede di
votare un indulto, l'altro giorno e' il giubileo e si vota un indulto,
poi scoppiano le carceri e allora per alleggerirle si vota un indulto,
poi, magari, uno si comporta bene, beneficia di sconti di pena e via
discorrendo. Ed ecco che l'ergastolo diventa 20 anni. Boh... chenne
so', non sono mica avvocato! 8-)

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
Paolo Fasce
2003-08-04 17:11:02 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 14:58:46 +0200, "MDV"
Post by MDV
Non sono d'accordo.
Evvivaddio. Massimo rispetto.
Post by MDV
Perchè il punto è questo: no alla pena di morte (chi siamo noi per
togliere la vita ad una altra persona?), no all'ergastolo (perchè,
poverino, al "colpevole" bisogna dare un opportunità di "riscattarsi"),
e via così!
"Certezza della pena". Il problema penso sia li'. Oggi le pene sono
esagerate perche' chiunque vada in parlamento si fa promotore di una
qualche istanza di un comitato del tipo "non nel mio giardino" e
inasprisce le pene. Poi le carceri scoppiano e non c'e' modo di fare,
in carcere, quel che si dovrebbe fare. Non ci sono le risorse, sono
investite magari nella costruzione di un nuovo canile. Mah.
Post by MDV
Risultato: ogni assassino dopo 10 anni di galera è libero di
assassinare di nuovo, ogni ladro dopo due anni può rubare di
nuovo,
Chiunque e' libero di rubare e assassinare. Sia che l'abbia fatto
prima, sia che non l'abbia mai fatto. Solo che chi l'ha fatto prima,
quando esce di galera, "ha estinto il suo debito" con la societa'. Se
lo rifa' sara' maggiormente punito e via discorrendo.
Post by MDV
ogni borseggiatore tredicenne - poverino - è troppo piccolo
per capire (e allora è anche troppo piccolo per il riformatorio)
e allora lasciamo pure che borseggi....
Ci sono i servizi sociale che lavorano. A volte falliscono, ma spesso
lavorano bene, intervenendo in situazioni socio familiari terribili.
Bisognerebbe provare ad avere una madre prostituta ed un padre
spacciatore per capire se da quel genere di situazioni si puo' uscire
da soli, con la forza della propria volonta'... Una societa' che non
fa un minimo sforzo per provare a dare qualcosa a questo genere di
situazioni, e' a mio parere una societa' cinica perche' non ci prova
con tutti, non da' speranza di riscatto.
Post by MDV
Quindi... siamo la patria dove i delinquenti fanno quello che
vogliono, dove le persone per bene devono avere paura
Avrei piu' paura negli Stati Uniti, dove anche il vicino di casa ha
un'arma da fuoco e per qualsiasi sciocchezza, potrebbe decidere di
spararmi (chesso', magari perche' ho calpestato l'aiuola), o nei paesi
dove non c'e' democrazia, dove a decidere per tutti sono le oligarchie
e compagnia cantante...
Post by MDV
e dove chiunque venga con un gommone ottiene dallo Stato
più di qualunque altro cittadino che in questo Stato ci
è nato.
Non credo che le cose stiano esattamente cosi'.
Post by MDV
Sicuramente sei al corrente di tutte le vessazioni che subiscono
i genovesi dalle orde di immigrati più o meno clandestini che
ormai sono i padroni della città.
Le vessazioni che subiscono i genovesi (siamo sicuri che non si tratti
di calabresi e napoletani?) oggi, le subivano i genovesi ieri dai
calabresi e dai napoletani, perche' il mondo si divide in ricchi e
poveri, gente senza cultura e gente di cultura e conseguentemente
quando gente senza cultura (o di culture diverse) si incontrano, e'
facile che sorgano degli scontri.
Post by MDV
Confermi? Il tuo stesso giornale ogni giorno riporta fatti
di cronaca su questo.
Riporta anche gli omicidi degli italiani, i furti degli italiani, le
rapine degli italiani.
Post by MDV
Ma non succede niente. Sono protetti.
Mi pare che nelle carceri ci sia un'alta percentuale di
extracomunitari. Non credo che siano li' in vacanza. Il contrasto alla
criminalita' organizzata e' un divenire, un continuo, una lotta senza
tregua dove la parola fine non sara' mai messa...
Post by MDV
E adesso li vogliono pure far votare.
Questo mi pare sacrosanto. Sinceramente non capisco per quale motivo
dovrei farmi governare da gente eletta da elettori che oggi vivono
(magari da due generazioni) in sudamerica, in nordamerica o nel resto
d'Europa. Non e' ovvio che chi vive qui, voti qui, chi vive li', vota
li' e via discorrendo? Le comunita', non sono fatte da chi vive in un
territorio? E dovremmo preoccuparci del colore della pelle, o del tipo
di passaporto? No, sono completamente favorevole al voto
(amministrativo) esteso a tutti i cittadini.
Post by MDV
Se chiami la polizia perchè non ti fanno dormire, si ubriacano e si
danno le bottiglie sulla testa ti dicono che al momento non hanno
macchine disponibili (mi è successo tre volte su tre).
Lamentati con Pisanu. 8-)
Post by MDV
La realtà è che la polizia ha paura a entrare nel centro
storico di notte.
Spero non sia cosi'. Ma se ha paura oggi, credo che avesse paura anche
trent'anni fa, quando via Pre' era il regno di Marechiaro (o chi per
essa).
Post by MDV
Perchè loro stessi non sono tutelati (Placanica - che Dio lo
conservi in vita - ne è la prova).
Che Placanica sia oggetto dell'attenzione morbosa dei media, mi sembra
ineccepibile, ma credo anche che questo sara' cosi' fino a quando i
giornali piu' letti saranno Novella 2000, Gente, Chi e compagnia
cantante.
Post by MDV
Quindi, in Italia non c'è la certezza del diritto. Punto.
Credo che sia quindi utile arrivare alla "certezza del diritto", non
alla certezza che quello li' non rompera' piu' le balle perche' se
sgarra, gli sparo (io, o lo Stato, fa lo stesso).
Post by MDV
E se la certezza del diritto deve passare dalla pena di morte
per chi se lo merita (esempio: perchè cazzo un giorno Donato
Bilancia potrà girare ancora sui treni? Me lo dici tu?),
allora: viva la pena di morte!
Perche' avra' pagato il suo debito con la societa'. Consiglio la
lettura segnalata da John: "dei delitti e delle pene".
Post by MDV
Scusa lo sfogo
Di nulla. Siamo qui per divertirci... 8-)
Post by MDV
Massimo (che tra l'altro gioca pure a scacchi... :-) )
Con chi hai giocato oggi? Come? Non sei al Novotel?!

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
MDV
2003-08-04 17:58:34 UTC
Post by Paolo Fasce
Chiunque e' libero di rubare e assassinare. Sia che l'abbia fatto
prima, sia che non l'abbia mai fatto. Solo che chi l'ha fatto prima,
quando esce di galera, "ha estinto il suo debito" con la societa'. Se
lo rifa' sara' maggiormente punito e via discorrendo.
No, è assurdo. Chi ruba DEVE essere messo nella condizione di non poterlo
più fare.
Post by Paolo Fasce
Bisognerebbe provare ad avere una madre prostituta ed un padre
spacciatore per capire se da quel genere di situazioni si puo' uscire
da soli, con la forza della propria volonta'...
Se la madre prostituta e il padre spacciatore fossero in galera (in due
bracci diversi) non avrebbero la possibilità di fare un bambino.
Il problema è che NON sono in galera.
Post by Paolo Fasce
Avrei piu' paura negli Stati Uniti, dove anche il vicino di casa ha
un'arma da fuoco e per qualsiasi sciocchezza, potrebbe decidere di
spararmi (chesso', magari perche' ho calpestato l'aiuola),
Anche qui il tuo vicino di casa ha le pistole, solo che non lo sai perchè
non te lo dice.
Là c'è più "trasparenza" (almeno lo sai e non gli calpesti l'aiuola) e i
criminali stanno in galera e NON escono finchè non hanno espiato. E dopo tre
condanne, c'è l'ergastolo (quello vero, però, uno non esce più e, per
mantenersi, lo fanno lavorare). Perchè se dopo due condanne ti becchi la
terza, vuol dire che la galera non ti ha insegnato niente e non c'è ragione
che tu sia libero di fare altri danni agli altri.
Post by Paolo Fasce
Le vessazioni che subiscono i genovesi (siamo sicuri che non si tratti
di calabresi e napoletani?) oggi, le subivano i genovesi ieri dai
calabresi e dai napoletani,
quindi "entri nel mio carrugio": i genovesi sono sempre stati "vessati" da
gente che hanno accettato fra loro

perche' il mondo si divide in ricchi e
Post by Paolo Fasce
poveri, gente senza cultura e gente di cultura e conseguentemente
quando gente senza cultura (o di culture diverse) si incontrano, e'
facile che sorgano degli scontri.
Quindi, ognuno a casa sua e non ci saranno scontri
Post by Paolo Fasce
Mi pare che nelle carceri ci sia un'alta percentuale di
extracomunitari. Non credo che siano li' in vacanza.
Mi stai confermando che la maggioranza degli extracomunitari sono
delinquenti. E allora, perchè non li lasciamo "delinquere" a casa loro? E ci
lasciano le patrie galere per i patri delinquenti? Così stanno più larghi,
non rompono i coglioni e non c'è bisogno dell'indulto.

Il contrasto alla
Post by Paolo Fasce
criminalita' organizzata e' un divenire, un continuo, una lotta senza
tregua dove la parola fine non sara' mai messa...
Perchè non c'è la volontò de metterla.
Post by Paolo Fasce
No, sono completamente favorevole al voto
(amministrativo) esteso a tutti i cittadini.
Cittadini o residenti?
Perchè allora comicio a capire!
Se non diamo la casa agli zingari, alle prostitute e agli spacciatori (così
che possano fare i loro figli "socialmente disagiati") e magari regaliamo un
bel palazzotto ai noglobal... chi cavolo si mette a votare Bertinotti???
Post by Paolo Fasce
Che Placanica sia oggetto dell'attenzione morbosa dei media, mi sembra
ineccepibile, ma credo anche che questo sara' cosi' fino a quando i
giornali piu' letti saranno Novella 2000, Gente, Chi e compagnia
cantante.
Sai cosa? Perchè, secondo te i quotidiani si sono messi a regalare CD, DVD,
fumetti, inserti? Perchè è l'unico motivo per cui la gente li compra.
Siccome ormai i quotidiani sono diventati come Novella, Chi e compagnia,
allora la gente si compra gli originali. Evviva la faccia! E non
scandalizzarti, i quotidiani non danno alla gente quello che la gente vuole.
Post by Paolo Fasce
Credo che sia quindi utile arrivare alla "certezza del diritto", non
alla certezza che quello li' non rompera' piu' le balle perche' se
sgarra, gli sparo (io, o lo Stato, fa lo stesso).
In America c'è la certezza del diritto. Se rubi vai in galera, e non esci
fino alla fine. Se ammazzi ti ammazzano, almeno siamo certi che non esci
più.
Post by Paolo Fasce
Post by MDV
E se la certezza del diritto deve passare dalla pena di morte
per chi se lo merita (esempio: perchè cazzo un giorno Donato
Bilancia potrà girare ancora sui treni? Me lo dici tu?),
allora: viva la pena di morte!
Perche' avra' pagato il suo debito con la societa'.
Adesso no, questo non lo posso accettare! Glielo dici tu ai genitori della
ragazze uccise? Che debito avevano loro con la società? Esce Bilancia e loro
resuscitano? Ma stai scherzando?
Post by Paolo Fasce
Come? Non sei al Novotel?!
No, non volevo trovarti lì con l'immaginetta di Bilancia.

Massimo, molto deluso :-(
Paolo Fasce
2003-08-04 20:32:21 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 19:58:34 +0200, "MDV"
Post by MDV
No, è assurdo. Chi ruba DEVE essere messo nella condizione
di non poterlo più fare.
Sei illogico. Questa posizione e' logicamente insostenibile. Come puoi
imporre ad un "gia' ladro" di non rubare mai piu'? Solo uccidendolo.
Quindi se uno ruba una mela, lo devi ammazzare. Mannaggia, mia mamma
da piccolo mi diede una saccata di botte quando rubai dei soldi dal
suo portafogli (grazie mamma), ma grazie al cielo sono ancora vivo.
Post by MDV
Se la madre prostituta e il padre spacciatore fossero in galera
(in due bracci diversi) non avrebbero la possibilità di fare un
bambino. Il problema è che NON sono in galera.
Emotivita' senza costrutto. La conversazione si fa sempre meno
stimolante, ahime'.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Avrei piu' paura negli Stati Uniti, dove anche il vicino di casa ha
un'arma da fuoco e per qualsiasi sciocchezza, potrebbe decidere di
spararmi (chesso', magari perche' ho calpestato l'aiuola),
Anche qui il tuo vicino di casa ha le pistole, solo che non
lo sai perchè non te lo dice.
Teoricamente dovrebbe denunciarle...
Post by MDV
Là c'è più "trasparenza" (almeno lo sai e non gli calpesti
l'aiuola)
Quindi uno non calpesta l'aiuola per la paura di essere colpito da
armi da fuoco? Non perche' ha avuto un'educazione e se capita di
farlo, perbacco, il vicino puo' anche sopportare, no. Devo morire!
Post by MDV
e i criminali stanno in galera e NON escono finchè non hanno espiato.
Sulla certezza della pena, sfondi una porta aperta.
Post by MDV
E dopo tre condanne, c'è l'ergastolo (quello vero, però, uno non
esce più e, per mantenersi, lo fanno lavorare). Perchè se dopo due
condanne ti becchi la terza, vuol dire che la galera non ti ha
insegnato niente e non c'è ragione che tu sia libero di fare
altri danni agli altri.
E' un argomento suggestivo, ma poi vai a vedere e ti accorgi che molti
hanno fatto tre reati ridicoli, e la pena diventa sproporzionata. Come
se tu oggi, passando di notte col rosso ai due all'ora, quando non
passa nessuno in un incrocio nel deserto, ti beccassero e non ti
restituissero la patente per i prossimi venti anni. Potrei venire qui
a dire "fatti tuoi, le regole parlano chiaro e tu sei passato col
rosso, ora crepa!", ma la pena sarebbe sproporzionata. Tutto qui.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Le vessazioni che subiscono i genovesi (siamo sicuri che
non si tratti di calabresi e napoletani?) oggi, le subivano
i genovesi ieri dai calabresi e dai napoletani,
quindi "entri nel mio carrugio": i genovesi sono sempre stati
"vessati" da gente che hanno accettato fra loro
Non "i genovesi", ma "gli stanziali". In ogni parte del mondo. Temo
che sia cosi', sia sempre stato cosi', sara' sempre cosi'. Solo che i
napoletani e calabresi di ieri, OGGI SONO GENOVESI.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
perche' il mondo si divide in ricchi e poveri,
gente senza cultura e gente di cultura e conseguentemente
quando gente senza cultura (o di culture diverse) si
incontrano, e' facile che sorgano degli scontri.
Quindi, ognuno a casa sua e non ci saranno scontri
Sei un troll simpatico. Mi hai preso all'amo. Bravo. Temo che questo
sara' l'ultimo post che scambiamo sul tema. Ahime', cedo alla
profondita' della tua retorica. 8-)
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Mi pare che nelle carceri ci sia un'alta percentuale di
extracomunitari. Non credo che siano li' in vacanza.
Mi stai confermando che la maggioranza degli extracomunitari
sono delinquenti.
Mannaggia, me l'hai fatta.
Post by MDV
E allora, perchè non li lasciamo "delinquere" a casa loro?
Si, che tornino in Liberia! O in Congo! O in Ruanda! Che si ammazzino
tra loro!
Post by MDV
E ci lasciano le patrie galere per i patri delinquenti? Così
stanno più larghi, non rompono i coglioni e non c'è bisogno
dell'indulto.
Giusto. Non ci avevo pensato.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Il contrasto alla criminalita' organizzata e' un
divenire, un continuo, una lotta senza tregua dove
la parola fine non sara' mai messa...
Perchè non c'è la volontò de metterla.
Posso anche essere (parzialmente) d'accordo.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
No, sono completamente favorevole al voto
(amministrativo) esteso a tutti i cittadini.
Cittadini o residenti?
"Citta-dino" colui che abita la citta'. Chi vive nella citta', e'
cittadino, quindi chi risiede nella citta', a mio parere, e' giusto
che partecipi alla discussione nell'agora' e in questo secolo,
l'agora' non e' "democrazia diretta", ma "democrazia delegata", quindi
non vedo motivi per negare il diritto di voto amministrativo ai
cittadini. Quelli residenti, a prescindere dal passaporto.
Post by MDV
Perchè allora comicio a capire!
Se non diamo la casa agli zingari, alle prostitute e agli
spacciatori (così che possano fare i loro figli "socialmente
disagiati") e magari regaliamo un bel palazzotto ai noglobal...
chi cavolo si mette a votare Bertinotti???
Non lo so, forse tutti quei comunisti che si ostinano a comprare nelle
botteghe solidali e boicottano la Nestle'.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Che Placanica sia oggetto dell'attenzione morbosa dei media, mi
sembra ineccepibile, ma credo anche che questo sara' cosi' fino
a quando i giornali piu' letti saranno Novella 2000, Gente, Chi
e compagnia cantante.
Sai cosa? Perchè, secondo te i quotidiani si sono messi a regalare CD, DVD,
fumetti, inserti? Perchè è l'unico motivo per cui la gente li compra.
Non l'unico, ma quel materiale ha lo scopo di far acquistare il
quotidiano. Io sinceramente spero che comprandolo, la gente lo legga
pure e si formi idee un po' piu' profonde, almeno per il solo motivo
che, leggendo, si comprende meglio la situazione.
Post by MDV
Siccome ormai i quotidiani sono diventati come Novella, Chi e
compagnia, allora la gente si compra gli originali. Evviva la
faccia!
Puo' darsi che tu abbia ragione. D'altro canto nutro anche delle
speranze. Tra chi si abbona a Sky o si mette l'antenna parabolica,
c'e' anche chi non ne puo' piu' (come me) di televisione generalista,
la cui profondita' dei programmi e' infinitesima, l'originalita' dei
temi trattati nulla, la capacita' di apprendere od essere informati su
qualcosa minima... Insomma, c'e' anche gente che cerca "di piu'", che
chiede "di piu'".
Post by MDV
E non scandalizzarti, i quotidiani non danno alla gente
quello che la gente vuole.
Io ho una mia teoria sul tema. Ho l'impressione che spesso i giornali
siano anche loro troppo superficiali e allora la gente si domanda:
basta un telegiornale per avere questo livello di informazione.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Credo che sia quindi utile arrivare alla "certezza del diritto",
non alla certezza che quello li' non rompera' piu' le balle perche'
se sgarra, gli sparo (io, o lo Stato, fa lo stesso).
In America c'è la certezza del diritto. Se rubi vai in galera,
e non esci fino alla fine. Se ammazzi ti ammazzano, almeno siamo
certi che non esci più.
Anche nel nostro paese c'e' la "certezza del diritto", e modestamente,
il nostro paese ne ha da vendere di cultura del diritto... ne sanno
qualcosa gli studenti di giurisprudenza che studiano "diritto romano".
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Perche' avra' pagato il suo debito con la societa'.
Adesso no, questo non lo posso accettare! Glielo dici tu
ai genitori della ragazze uccise? Che debito avevano loro
con la società? Esce Bilancia e loro resuscitano? Ma stai
scherzando?
No, non sto scherzando affatto. Se uno esce di galera, ha pagato il
suo debito con la societa'. In verita' la situazione e' molto piu'
complicata perche' si puo' uscire senza avere estinto il reato (come
per questo indultino) e per altre diverse buone ragioni, ma non mi
addentro, giacche' non sono addentro a questo ramo.
Post by MDV
Post by Paolo Fasce
Come? Non sei al Novotel?!
No, non volevo trovarti lì con l'immaginetta di Bilancia.
Ci mancherebbe. Spero profondamente che Bilancia si ravveda, per la
sua coscienza, e che si adoperi per rimediare, per quanto gli e'
possibile, ma tra le mura del carcere giacche' anche se mi
garantissero un ravvedimento sincero, auspico che passi il resto della
sua vita in carcere.

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
John
2003-08-04 14:12:51 UTC
Post by John
se lo chiedi a me, io in certe occasioni appoggio la pena di morte.
Vedi, io in questo io faccio un 'distinguo' tra la pena di morte *inflitta
da me, in quanto *diretto interessato offeso* ' e la 'pena di morte
delegata' allo stato in quanto 'agente neutrale presupposto alla giustizia'.

Io ho una visione troppo 'primitiva' della questione. Puo' darsi che la
visione del Beccaria sia più *illuminata*, ma io penso che la *giustizia*
sia una questione prettamente personale tra *Dio* e *me* in quanto offeso e
*l'offendente*.

Non riescso a vedere nessuna 'virtù' nel delegare la giustizia ad uno stato,
che emette leggi magari con l'intento giusto di 'educare' (però in questo
senso allora non hanno senso nè la pena di morte nè l'ergastolo) il
fallimento del quale è sotto gli occhi di tutti, specialmente in Italia.
Noi critichiamo tanto la giustizia americana, magari anche giustamente,
quando vediamo con quale 'assenza di pietà' manda a morire gente che ha
sbagliato, che però cogli anni si è redenta *davvero*.
Certo che è indignante !! Ma colla stessa indignazione dobiamo ribellarci ai
risultati di molti 'labirinti legali', fatti di comme, di virgole, di
interpretazioni
tolleranti in un punto e puntigliose nell'altro, quasi che l'amministrazione
della giustizia fosse un'arte come fare gli spaghetti alla carbonara.
Gente che ammazza e che è fuori libera dopo un anno.
Quanto vale una vita ? Le vite umane hanno prezzi diversi ?
Perchè è di questo che si tratta. Non è che si parli di 'omicidi colposi'
come quel padrone di cantiere che viene messo in galera perchè un operaio è
caduto dall'impalcatura. Qui si tratta di omicidi efferati, voluti, molte
volte pianificati, nei quali però, vuoi per scaduti termini di carcerzione
ed altre cazzatelle giuridiche varie, gli assassini sono a piede libero e
poi condannati 'in contumacia'.
Allora, visto e considerato che l'amministrazione della giustizia non è una
cosa per niente facile, *deleghiamola* ai cittadini, come nel Far West.
Cioè 'codifichiamo una delega', magari di questo tipo : se un
mafioso/malavitoso viene a minacciarti di morte se tu non gli dai una parte
dei tuoi introiti, se hai dei testimoni o delle prove valide (filmati in cui
tutte le parti sono inequivocabilmente riconoscibili), allora sei
autorizzato ad ammazzare questo signore.
Questo magari è un esempio cretino, perchè per alcuni malfattori è molto più
facile trovare falsi testimoni che caramelle per strada.
Però con la dovuta 'ponderanza' si riuscirebbe a codificare una 'delega' che
funzioni bene.
Magari invece di una delega 'ad personam' una delega 'a persona giuridica'
cioè l'insieme delle 'vittime' di una cosca mafiosa decidono il da farsi.
E se l'assemblea delle vittime lo decide, allora questi signori si possono
ammazzare.

Questa è secondo me 'più giustizia' di quella che avviene adesso.

E se qualcuno magari si indigna profondamente di questa 'visione' tutta
particolare della giustizia, ricordo che in molti paesi, tra i quali
l'Italia, vigono
delle leggi dove la 'taglia' su una persona, viva o morta, viene
riconosciuta dallo stato.

E che cosa é questo se non una chiara *delega* della giustizia al cittadino
???

E allora, che si preveda anche una *delega* seria.



John.
MDV
2003-08-04 14:59:22 UTC
.....Magari invece di una delega 'ad personam' una delega 'a persona
giuridica'
cioè l'insieme delle 'vittime' di una cosca mafiosa decidono il da farsi.
E se l'assemblea delle vittime lo decide, allora questi signori si possono
ammazzare......
Questo mi sembra un po' drastico.
Mi piacerebbe di più un'altra soluzione, abbastanza simile.
Esempio? I commercianti e i condomini di una certa zona dichiarata "a
rischio malavita" (es: centro storico, Commenda, Principe) abbiano la
possibilità di assumere un corpo di vigilanza privato che abbia licenza di
sparare (almeno alle gambe) ad ogni scippatore, spacciatore, stupratore,
zingaro, ecc.ecc. e la possibilità di fermare qualunque persona per chiedere
i documenti (residenza, cittadinanza, ecc.)
(Non parlatemi dei "poliziotti di quartiere" perchè sono solo una trovata
pubblicitaria...)

Magari a volte sbaglieranno e scambieranno un "volantinatore" per un ladro
d'auto, ma ci sarebbe in giro meno cartaccia e meno delinquenza.
Per gli errori (hai presente "ferito dal fuoco amico"?) si fa una bella
polizza assicurativa e il malcapitato sarebbe indennizzato adeguatamente...
(poi però gli chiediamo cosa ci fa di notte da solo in una "zona a rischio
malavita")

Tutto questo con i soldi dei commercianti e dei condomini che si autotassano
(ma poi, "bonificando" la zona, sia i negozi che gli appartamenti si
rivalutano)

Risultato collaterale: niente indulto (perchè i 3/4 degli attuali detenuti
sarebbero "degenti" - a spese loro e di chi li manda, o "defunti") e si
costruirebbero più ospedali (con i soldi risparmiati dal mantenere a nostre
spese i detenuti)

Lo stato di "zona a rischio" si verifica poi ogni anno (ma guarda che dopo
tre mesi di delinquenza non ce ne sarebbe più)

"Stato di polizia"? Sì, forse. Ma adesso siamo uno Stato di delinquenza. E
allora preferisco il primo.

Provocazione?
Magari un po' sì, ma almeno... che se ne parli!

Ciao

Massimo

PS: Ah! E i delinquenti di Genova dove andranno??? Ma a Milano da
Liutprando, no????
pgg
2003-08-04 16:42:17 UTC
Post by MDV
che abbia licenza di
sparare (almeno alle gambe) ad ogni scippatore, spacciatore, stupratore,
zingaro, ecc.ecc.
Scusa, eh, ma tu, per "zingaro" cosa intendi esattamente, visto che lo metti
nella lista dei soggetti a cui si puo' tranquillamente sparare (almeno alle
gambe)?
Post by MDV
Magari a volte sbaglieranno e scambieranno un "volantinatore" per un ladro
d'auto, ma ci sarebbe in giro meno cartaccia
Ma ROTFL! Allora dillo, che non dici sul serio! >8->
Post by MDV
e meno delinquenza.
[...]
Provocazione?
Magari un po' sì, ma almeno... che se ne parli!
OK. ;-)
pgg
MDV
2003-08-04 17:23:46 UTC
Post by pgg
Scusa, eh, ma tu, per "zingaro" cosa intendi esattamente, visto che lo metti
nella lista dei soggetti a cui si puo' tranquillamente sparare (almeno alle
gambe)?
No, faccio una deroga, a uno zingaro sparerei alle palle (hai letto bene,
NON spalle, proprio le palle!!!)

Per "zingaro" intendo:
"personaggio di incerta provenienza, dedito al furto e al borseggio, che
gira con documenti falsi ottenuti dalla clonazione di quelli veri che trova
nei portafogli appena scippati, che fa finta di essere un poveraccio e poi
gira con Mercedes da 300 milioni e rolex (veri) d'oro, che sfrutta i bambini
e li picchia se non portano a casa la refurtiva, piaga della società, che,
in nome del "politically correct" viene adottato dallo Stato Italiano che
gli costruisce i "centri di accoglienza" dotati di acqua calda e aria
condizionata, mentre gli italiani vittime del terremoto vengono lasciati in
tende e roulottes dismesse - e guai se si lamentano, perchè almeno hanno da
mangiare... con tutti i topi che ci sono... E se poi questi "centri di
accoglienza" sono sotto casa tua, e che ci vuoi fare, vuoi mica lamentarti,
vero?Sarai mica razzista??? Che vuoi, che li mettano nel giardino dei
Pericu??????"

Ecco, questo è quello che penso degli "zingari"...

Li ucciderei da piccoli, per favorirne la rapida estinzione.
Assieme ai "politically correct"

Ciao!
Massimo

Azzz.... mi sono dimenticato! Alcuni di loro suonano bene il violino.....
OK! vanno bene per la "Marassi Blues Band" (senza palle, però!)
pgg
2003-08-04 19:05:07 UTC
Post by MDV
"personaggio di incerta provenienza, dedito al furto e al borseggio, che
gira con documenti falsi ottenuti dalla clonazione di quelli veri che trova
nei portafogli appena scippati, che fa finta di essere un poveraccio e poi
gira con Mercedes da 300 milioni e rolex (veri) d'oro, che sfrutta i bambini
e li picchia se non portano a casa la refurtiva, piaga della società, che,
[...]
Ecco, questo è quello che penso degli "zingari"...
Gran brutto personaggio... ma, ammesso per pura ipotesi che *tutti* gli
zingari siano cosi', saro' un odioso "politicaly correct" ma reputo comunque
che non sarebbe un motivo valido per sparargli "di default".
Post by MDV
Li ucciderei da piccoli, per favorirne la rapida estinzione.
Assieme ai "politically correct"
Uhm, mi sa che ho corso un bel rischio, da piccolo! 8-Þ
ciao
pgg
Paolo Fasce
2003-08-04 17:11:09 UTC
Il giorno Mon, 4 Aug 2003 16:59:22 +0200, "MDV"
Post by MDV
Mi piacerebbe di più un'altra soluzione, abbastanza simile.
Esempio? I commercianti e i condomini di una certa zona dichiarata "a
rischio malavita" (es: centro storico, Commenda, Principe) abbiano la
possibilità di assumere un corpo di vigilanza privato
Fin qui, non ho obiezioni.
Post by MDV
che abbia licenza di sparare (almeno alle gambe) ad ogni scippatore,
Fin qui, non ho obiezioni.
Post by MDV
spacciatore, stupratore,
Fin qui, non ho obiezioni.
Post by MDV
zingaro, ecc.ecc.
Ecco, se vede uno zingaro, dovrebbe sparare a vista? Ho qualche
obiezione. Non sarei contento se ci fosse un paese dove "agli italiani
si spara a vista".
Post by MDV
e la possibilità di fermare qualunque persona per chiedere
i documenti (residenza, cittadinanza, ecc.)
Non ho obiezioni. La vedo dura dal punto di vista normativo, ma non ho
obiezioni di principio.
Post by MDV
(Non parlatemi dei "poliziotti di quartiere" perchè sono solo
una trovata pubblicitaria...)
Lo dissero le gerarchie stesse di polizia e carabinieri, ma il governo
Berlusconi (o Bossi) avevano bisogno di una "trovata pubblicitaria"
sul tema...
Post by MDV
Magari a volte sbaglieranno e scambieranno un "volantinatore" per
un ladro d'auto, ma ci sarebbe in giro meno cartaccia e meno delinquenza.
Quando c'era Lui, i treni arrivavano in orario!
Post by MDV
Per gli errori (hai presente "ferito dal fuoco amico"?) si fa una
bella polizza assicurativa e il malcapitato sarebbe indennizzato
adeguatamente...
Quanto vale un occhio? Vedo gia' torme di orbi che fanno una pastetta
col vigilante per frodare l'assicurazione. 8-)
Post by MDV
(poi però gli chiediamo cosa ci fa di notte da solo in una "zona
a rischio malavita")
Forse che siamo in un paese libero?
Post by MDV
Tutto questo con i soldi dei commercianti e dei condomini che si
autotassano (ma poi, "bonificando" la zona, sia i negozi che gli
appartamenti si rivalutano)
OK, spostiamo la malavita da qui a li'. E poi? Una volta li' i
cittadini si tassano, bla bla bla... e allora vanno un po' piu' in
la'... magari nella prima zona hanno allentato la guardia... 8-)
Post by MDV
Risultato collaterale: niente indulto (perchè i 3/4 degli attuali
detenuti sarebbero "degenti" - a spese loro e di chi li manda, o
"defunti") e si costruirebbero più ospedali (con i soldi risparmiati
dal mantenere a nostre spese i detenuti)
Confessa... sei un medico ospedaliero. 8-)
Post by MDV
Lo stato di "zona a rischio" si verifica poi ogni anno (ma guarda
che dopo tre mesi di delinquenza non ce ne sarebbe più)
"Stato di polizia"? Sì, forse. Ma adesso siamo uno Stato di
delinquenza. E allora preferisco il primo.
Quando c'era Lui, i treni arrivavano in orario!
Post by MDV
Provocazione?
Magari un po' sì, ma almeno... che se ne parli!
No, mi pare solo ingenuo.
Post by MDV
PS: Ah! E i delinquenti di Genova dove andranno??? Ma a
Milano da Liutprando, no????
E da li', a Roma. 8-)

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
Paolo Fasce
2003-08-04 17:37:50 UTC
Post by John
Vedi, io in questo io faccio un 'distinguo' tra la pena di morte
*inflitta da me, in quanto *diretto interessato offeso* '
Parli della legge della jungla, del giustiziere della notte,
dell'avvio di una qualsiasi faida familiare...
Post by John
e la 'pena di morte delegata' allo stato in quanto
'agente neutrale presupposto alla giustizia'.
Quella propria dei paesi civili.
Post by John
Io ho una visione troppo 'primitiva' della questione. Puo' darsi che la
visione del Beccaria sia più *illuminata*, ma io penso che la *giustizia*
sia una questione prettamente personale tra *Dio* e *me* in quanto offeso e
*l'offendente*.
Ahi.
Post by John
Non riescso a vedere nessuna 'virtù' nel delegare la giustizia ad uno stato,
E' molto semplice. Delegando a terzi, si evitano le punizioni
sproporzionate. Se mi pesti un callo, potrei voler dire "l'ho
ammazzato perche' mi ha pestato un callo"... Non e' bello.
Post by John
che emette leggi magari con l'intento giusto di 'educare' (però in
questo senso allora non hanno senso nè la pena di morte nè l'ergastolo)
Si, questa e' la principale obiezione, credo. Personalmente ritengo
che in certi casi si possa anche concludere con "per questo tipo di
reati, lo Stato non intende investire in un tentativo di
rieducazione", a questo punto al reo rimarrebbe solo la prospettiva
della riabilitazione "per se'" (o per il paradiso, se credente).
Post by John
il fallimento del quale è sotto gli occhi di tutti, specialmente in Italia.
Questo e' falso. E' del tutto ovvio che quando si legge "tizio esce
dal carcere e ruba" non fa una bella pubblicita' a tutti quei tapini
che sono usciti dal carcere e non rubano, ma esistono dati (che furono
pubblicati tempo addietro, ora non so essere piu' preciso) che
mostrano quanto sono stati utili certi interventi "nel sociale",
quanto sia stato utile il lavoro di rieducazione e quant'altro. Certo,
se si pretende la riuscita con percentuali bulgare...
Post by John
...
Certo che è indignante !! Ma colla stessa indignazione dobbiamo
ribellarci ai risultati di molti 'labirinti legali', fatti di
comme, di virgole, di interpretazioni tolleranti in un punto
e puntigliose nell'altro,
Allora sei d'accordo con me! Meno avvocati e piu' ingegneri in
parlamento!
Post by John
quasi che l'amministrazione della giustizia fosse un'arte
come fare gli spaghetti alla carbonara.
E' sostanzialmente un problema di underfitting. 8-)
Post by John
Gente che ammazza e che è fuori libera dopo un anno.
Quanto vale una vita? Le vite umane hanno prezzi diversi?
La vita umana ha un valore infinito, per questo motivo non si puo'
sopprimerla...
Avendo valore infinito, e' anche chiaro che mai si potra' rimediare
alla morte di qualcuno, ma di omicidi ne esistono di molte categorie,
ciascuna ha la sua pena.
Post by John
Perchè è di questo che si tratta. Non è che si parli di
'omicidi colposi' come quel padrone di cantiere che viene
messo in galera perchè un operaio è caduto dall'impalcatura.
Un paio di mesi fa ho segnalato ad un vigile che nel cantiere li' in
faccia (C.so Sardegna), c'erano gli operai senza casco. Se non si
pretende il rispetto di basilari norme di sicurezza, il datore di
lavoro e' responsabile.
Post by John
Qui si tratta di omicidi efferati, voluti, molte
volte pianificati, nei quali però, vuoi per scaduti
termini di carcerzione ed altre cazzatelle giuridiche
varie, gli assassini sono a piede libero e poi condannati
'in contumacia'.
Uno si prende il raffreddore. Gli spari. Il raffreddore e' sparito.
8-)
Post by John
Allora, visto e considerato che l'amministrazione della giustizia
non è una cosa per niente facile, *deleghiamola* ai cittadini,
come nel Far West.
Brrrrr. Pensate un po'... magari potreste essere giudicati da Paolo
Fasce! Non vi vengono i brividi? 8-)
Post by John
Cioè 'codifichiamo una delega', magari di questo tipo: se un
mafioso/malavitoso viene a minacciarti di morte se tu non gli
dai una parte dei tuoi introiti, se hai dei testimoni o delle
prove valide (filmati in cui tutte le parti sono inequivocabilmente
riconoscibili), allora sei autorizzato ad ammazzare questo signore.
Sei anche autorizzato, a queste condizioni, ad andare dai Carabinieri
e stai tranquillo che lo sbattono in galera!
Post by John
Questo magari è un esempio cretino, perchè per alcuni malfattori
è molto più facile trovare falsi testimoni che caramelle per strada.
Appunto.
Post by John
Però con la dovuta 'ponderanza' si riuscirebbe a codificare una
'delega' che funzioni bene.
Ho i miei dubbi.
Post by John
Magari invece di una delega 'ad personam' una delega 'a persona giuridica'
cioè l'insieme delle 'vittime' di una cosca mafiosa decidono il da farsi.
Se a decidere sono le vittime, e' ovvio che la pena sara'
soproporzionata. Se mi pesti un callo...
Post by John
E se l'assemblea delle vittime lo decide, allora questi signori
si possono ammazzare.
Esiste gia' un'"assemblea delle vittime". Si chiamano "cittadini" e
delegano alle forze dell'ordine...
Post by John
Questa è secondo me 'più giustizia' di quella che avviene adesso.
Scusa, ma e' davvero un software bacato. 8-)
Post by John
E se qualcuno magari si indigna profondamente di questa 'visione'
tutta particolare della giustizia, ricordo che in molti paesi, tra
i quali l'Italia, vigono delle leggi dove la 'taglia' su una persona,
viva o morta, viene riconosciuta dallo stato.
Questo non lo sapevo. Non si finisce mai di imparare. Sei sicuro?
Post by John
E che cosa é questo se non una chiara *delega* della giustizia
al cittadino???
E allora, che si preveda anche una *delega* seria.
Mah...
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
John
2003-08-04 18:43:47 UTC
Post by Paolo Fasce
Post by John
e la 'pena di morte delegata' allo stato in quanto
'agente neutrale presupposto alla giustizia'.
Quella propria dei paesi civili.
I *paesi civili* ! qual'è esattamente la definizione di *paesi civili*
quando si parla di *giustizia* ??

Gli USA ? La Russia ? La Cina ? La Nigeria ? l'Inghilterra ? l'Italia ?
la Francia ? l'Arabia Saudita ?

Il discorso è troppo lungo, Paolo.
Sì è vero, io sono molto *estremista* in questa discussione.
Ma pure l'esistenza secolare di organizzazioni mafiose in sud Italia (Mafia,
Camorra, Ndrangheta) è *estremista*.

La popolazione non si sdegna per il signor Pinco Pallino che ha ucciso la
moglie Concetta in un raptus di gelosia perchè l'ha trovata a letto col
postino.
Queste sono tragedia personali. Il cittadino 'normale' non si sdegna se
questo malcapitato, condannato all'ergastolo, esce dopo 15 anni.
La gente 'normale' riesce ad avere 'pietà' di lui.
Ma comne giustamente ha scritto qualcuno, non capisce perchè
il signor 'Pazienza', 'Sapienza' o come si chiama quel ligure che ha
ammazzato una decina di donne sul treno, appunto *perchè* questo signore
ha ancora il diritto di andare su un treno,.
Io penso che dopo dieci omicidi ognuno dei cinquanta milioni di abitanti
d'Italia abbia il diritto di andare a sparargli. Perchè se mi capitasse
a me un giorno tra i piedi, organizzerei un 'rapimento' di questo signore,
radunerei i genitori delle sue vittime, e lo 'consegnerei' a loro.

Tu dici che è questo è *ingiusto* perchè così facendo alcuni di loro
potrebbero farlo a pezzettini e questa sarebbe un 'eccesso' di punizione ??

Io penso che invece è un *eccesso di presa per il culo* nei confronti delle
vittime lasciarlo fuori.

Caro Paolo, la mia reazione è meno 'giuridicamente valida' della tua,
però è la più *sentita* dalla popolazione.

Che ci sia magari un fondo di 'senso della giustizia' anche in fondo
ai sentimenti della 'popolazione' oppure questi sensi di 'profonda
giustizia' albergano solo nei cuori dei 'legislatori neutrali' ?
Chi ha mai detto che un 'neutrale' *vede meglio* ??
Tu stesso, trasportamdo la tematica alle elezioni, proponi di eleggere
'tecnici' che almeno sanno qualcosa di quello che devono fare.

E le vittime, non sarebbero dei *tecnici* che possono giudicare i reati ???
Chi meglio di loro che li soffrono sulla propria pelle ??

John.
Paolo Fasce
2003-08-04 20:32:19 UTC
Post by John
I *paesi civili* ! qual'è esattamente la definizione di
*paesi civili* quando si parla di *giustizia*??
Ottima domanda. Touche'.
Post by John
Il discorso è troppo lungo, Paolo.
Si, lo e', hai ragione.
Post by John
Sì è vero, io sono molto *estremista* in questa discussione.
Ma pure l'esistenza secolare di organizzazioni mafiose in sud Italia
(Mafia, Camorra, Ndrangheta) è *estremista*.
Si, purtroppo hai ragione. Non credo che una regione che elegge il
100% di parlamentari del polo abbia grosse speranze su questo tema.
Post by John
La popolazione non si sdegna per il signor Pinco Pallino che
ha ucciso la moglie Concetta in un raptus di gelosia perchè
l'ha trovata a letto col postino.
Questo lo trovo davvero deprimente. Come quel tale che oggi a Modena
ha ammazzato l'ex fidanzata e ha sparato al nuovo fidanzato della sua
ex. Significa che viviamo in una societa' dove le persone non hanno
una maturita', in tema di legami sentimentali, degna di questo nome.
Non c'e' allenamento alla frustrazione della sconfitta, alle ferite
del narcisismo. E questo e' purtroppo pericoloso. Che fare? Boh.
Post by John
Queste sono tragedia personali. Il cittadino 'normale' non si
sdegna se questo malcapitato, condannato all'ergastolo, esce
dopo 15 anni.
Non sono mica pochi, sai. Se uno entra alla mia eta' (ho 36 anni) ne
esce a 51. Gli anni non sono bruscolini. Detto questo concordo che sia
necessario fare passi avanti nella direzione della "certezza della
pena".
Post by John
La gente 'normale' riesce ad avere 'pietà' di lui.
Non ne sarei cosi' sicuro...
Post by John
Ma come giustamente ha scritto qualcuno, non capisce perchè
il signor 'Pazienza', 'Sapienza' o come si chiama quel ligure
che ha ammazzato una decina di donne sul treno, appunto *perchè*
questo signore ha ancora il diritto di andare su un treno,.
Non mi risulta che Donato Bilancia sia stato rilasciato. E' stato
rilasciato?
Post by John
Io penso che dopo dieci omicidi ognuno dei cinquanta milioni
di abitanti d'Italia abbia il diritto di andare a sparargli.
...
Non sono d'accordo. Penso che tecnicamente si chiami "linciaggio" e
non e' molto civile...
Post by John
Tu dici che è questo è *ingiusto* perchè così facendo alcuni
di loro potrebbero farlo a pezzettini e questa sarebbe un
'eccesso' di punizione??
Quando uno ammazza 10 persone, merita certamente di marcire in galera.
Certo non merita di essere fatto a pezzettini dai parenti delle
vittime, giacche' non ci si puo' mettere sullo stesso piano.
Post by John
Io penso che invece è un *eccesso di presa per il culo* nei
confronti delle vittime lasciarlo fuori.
Non credo che Donato Bilancia sia fuori dalla galera.
Post by John
Caro Paolo, la mia reazione è meno 'giuridicamente valida'
della tua, però è la più *sentita* dalla popolazione.
E' per questo che sono molto contento del fatto che non ci sia
democrazia diretta, ma solo una democrazia rappresentativa. Non ci
vorrebbe molto, in fondo, a dotare tutti i cittadini di un telefonino
col quale votare... La tecnologia c'e'...
Post by John
Che ci sia magari un fondo di 'senso della giustizia' anche in
fondo ai sentimenti della 'popolazione' oppure questi sensi di
'profonda giustizia' albergano solo nei cuori dei 'legislatori
neutrali'?
Non so... mi pare che un tempo regnasse l'arbitrio, oggi abbiamo una
rete di protezione che ci garantisce un minimo di liberta' e di
diritto. Questa rete ha un costo che produce anche delle inefficienze,
ma "quando c'era Lui i treni arrivavano in orario". Meglio qualche
ritardo.
Post by John
Chi ha mai detto che un 'neutrale' *vede meglio*??
Mi pare un'idea chiara e distinta questa. Indi, in quanto cartesiana,
e' vera. 8-)
Post by John
Tu stesso, trasportamdo la tematica alle elezioni, proponi
di eleggere 'tecnici' che almeno sanno qualcosa di quello
che devono fare.
Io non propongo di eleggere tecnici, dico che in un mondo dove le
ideologie sono annacquate, dove destra e sinistra spesso si confondono
(evvivaddio), altrettanto spesso le soluzioni sono tecniche e non
ideologiche.
Post by John
E le vittime, non sarebbero dei *tecnici* che possono
giudicare i reati??? Chi meglio di loro che li soffrono
sulla propria pelle ??
Scusa, non ti seguo.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
John
2003-08-04 22:17:49 UTC
Post by Paolo Fasce
Post by John
E le vittime, non sarebbero dei *tecnici* che possono
giudicare i reati??? Chi meglio di loro che li soffrono
sulla propria pelle ??
Scusa, non ti seguo.
E' mia intenzione, per pura 'dialettica filosofica', 'segare alla base' il
concetto della 'neutralità' come 'parametro di giustizia' ed introdurre
invece una visione filosofica secondo la quale è *eticamente più giusta*
la *non neutralità* nell'amministrazione della giustizia.

In altre parole : se io fossi un giudice, consegnerei un assassino ai
famigliari della vittima e lasciar loro decidere il da farsi. Se loro lo
perdonano, puo' andare libero. Se loro lo vogliono ammazzare, deve essere
ammazzato.

Salomone e molti re della storia dichiarati 'giusti' e 'illuminati da Dio'
agivano così.
Noi non ci possiamo sostituire a Dio. Quindi ogni forma di 'neutralitá
forzata' è anche una forma 'illecita ingerenza' in affari privati o del
rapporto che ogni uomo ha di fronte a Dio.

Nessuno ha un titolo per 'sostituirsi' alle vittime. Senza conoscenza
diretta non si puo' giudicare.

Io riconosco solo una 'visione religiosa' della problematica della
giustizia.
O io riconosco Dio come giudice supremo, e quindi mi 'sottometto a lui'
e mi astengo dal giudicare qualsiasi persona, anche l'assassino di un mio
caro, oppure ho il 'diritto' alla libertà, concessami da Dio stesso, di
andare contro la sua legge ed ammazzare l'assassino.
Nessuna 'giustizia di Stato' puo' 'entrare di forza' nella diatriba.

Lo Stato é esperto in cose di Stato. Quando lo Stato è minacciato, ordina
alla popolazione di difendersi dal nemico. E questo include '*omicidio*.
La guerra.
Però quando la 'famiglia', che é alla base dello stato, la 'cellula portante
ufficiale' di esso, é minacciata, allora l'omicidio non è permesso.

Se lo stato è in stato di guerra allora io posso benissimo andare al fronte
ed ammazzare un tizio che non conosco affatto, dalla divisa 'nemica', e se
lo ammazzo sono un eroe. Sarebbe una 'uccisione preventiva lecita'
giustificata dallo stato di guerra.
Se invece un mafioso entra nella mia vita e vuole la metà delle mie entrate
altrimenti mi uccide, allora 'ucciderlo preventivamente' è un reato grave.

Perchè ? Forse che difendere la famiglia non è anche 'difendere' lo stato ?

Perchè città come Napoli (si prega di leggere ogni tanto il NG di Napoli, io
lo visito molto spesso) sono piene di abitanti che vedono l'emigrazione
come l'unica via di uscita alla situazione frustrante che loro vivono a
causa
della camorra locale, nel modo in cui questa organizzazione
'dirige' molti aspetti della vita della cittá ?? Non sono 'nemici dello
stato' queste organizzazioni, forse molto di più dei 'nemici politici' che
si sono susseguiti nei secoli ?? E' più dannoso un Don Corleone oppure un
austriaco della prima guerra mondiale ? o un inglese della seconda guerra
mondiale ? o un tedesco ? tutte nazioni che ora sono 'amiche' colle quali
siamo tutti 'pappa e ciccia' ???

Non voglio per niente minimizzare le 'imprese militari' fatte per
salvaguardare i nostri confini e 'minimizzare' l'importanza dei nostri eroi
di guerra. Al contrario.
Però adesso abbiamo bisogno di 'eroi' che vadano ad eliminare gli altri
nemici della società.

E questi eroi non sono primariamente quelli che si armano di fucile e vanno
a sparare ai mafiosi. No. Questo magari arriverà dopo.
I nostri eroi sono quelli che incominciano a cambiare le leggi e ad avere
un altro 'concetto' della giustizia. Meno 'neutrale'.

John.
Paolo Fasce
2003-08-05 10:02:50 UTC
Post by John
Post by Paolo Fasce
Scusa, non ti seguo.
E' mia intenzione, per pura 'dialettica filosofica', 'segare alla base' il
concetto della 'neutralità' come 'parametro di giustizia' ed introdurre
invece una visione filosofica secondo la quale è *eticamente più giusta*
la *non neutralità* nell'amministrazione della giustizia.
...
Ho capito. Non sono per niente d'accordo.

Amen.

Ciao ciao.
--
Paolo Fasce
***@despammed.com
www.fasce.it/paolo/
Cris
2003-08-05 12:31:48 UTC
io propendo per una, anche se mi rendo conto utopistica, applicazione di
quello che Robespierre chiamava Referè Legislative (non me ne vogliano i
francofoni per lo scritto)dove sostanzialmente in uno Stato di diritto la
giurisprudenza dei Tribunali non deve esistere in quanto si identifica con
la Legge stessa, uin poche parole secondo me un indice di buon funzionamento
dello Stato inteso nel suo complesso é l'emanazione di leggi chiare astratte
ed applicabili sempre senza bisogno di copiosa e, molte volte contrastente,
giurisprudenza.

ciao

--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
John
2003-08-05 12:50:43 UTC
Post by Cris
io propendo per una, anche se mi rendo conto utopistica, applicazione di
quello che Robespierre chiamava Referè Legislative (non me ne vogliano i
francofoni per lo scritto)dove sostanzialmente in uno Stato di diritto la
giurisprudenza dei Tribunali non deve esistere in quanto si identifica con
la Legge stessa, uin poche parole secondo me un indice di buon
funzionamento
Post by Cris
dello Stato inteso nel suo complesso é l'emanazione di leggi chiare astratte
ed applicabili sempre senza bisogno di copiosa e, molte volte
contrastente,
Post by Cris
giurisprudenza.
ciao
secondo me dovrebbero esistere due 'giurisprudenze parallele'.
Una applicabile agli 'individui' e l'altra applicabile alle 'organizzazioni'
delinquenti.
De facto stiamo già vivendo questo 'distinguo'. La attuale 'guerra al
terrorismo' non è altro che la stessa cosa proposta da me, però diretta
contro organizzazioni mafioso-camorristiche.
La differenza è solo questa : le organizzazioni terroristiche hanno come
obbiettivo alcuni 'stati' ed è per questo che questi *stati* hanno reagito.
Le organizzazioni mafioso-camorristiche hanno come obbietivo i
'privati cittadini indifesi' ed è per questo che lo stato ed i politici se
ne sbattono.
Alzano barriere 'morali', parlano di 'necessaria neutralità' di giudizio.
Tutte cose che kol kakkio vengono attuate contro il terrorismo di oggi.
Si è visto benissimo come hanno 'catturato' i figli di Saddam.

Ora io trovo più che legittimo che uno stato, cioè il 'rappresentante
legale' dei suoi cittadini, se deve combattere una cosca mafiosa che vive
taglieggiando e terrorizzando la 'gente normale' che lavora e si guadagna la
pagnotta col sudore della fronte, agisca, a maggior ragione, contrro di essa
come contro i figli di Saddam.

Per 'giustificare' l'azione contro i figli di Saddam, si è messo l'accento
sul fatto che ci si era liberati di 'efferati assassini' che hanno a lungo
terrorizzato la popolazione.
Ma non è la stessa cosa che fanno le organizzazioni di tipo
mafioso-camorristico contro i cittadini ?? E allora perchè la 'filosofia'
deve essere diversa ??



John.
cris
2003-08-05 13:08:12 UTC
.
ed è appunto quello che dicevo io.....
E secondo me è un grave *disservizio* alla società.
certo ma é un disservizio che credo sia endemico al problema stesso oltre
che fisiologico, sarebbe oltremodo difficoltoso oltrecè utopistico pensare
di concretizzare il pensiero di Robespierre.

ciao

--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it

volpe
2003-08-04 17:12:50 UTC
Post by Smartgatto
Post by John
Tra l'altro questo metodo è perfettamente legale in Yemen, dove
notoriamente ai ladri viene tagliata una mano seduta stante.
Quindi un po' di 'giustizia yemenita secondo la Sharia' non farebbe male.
allora introduciamo anche la pena di morte... dai..
a sentire certi fatti a volte mi viene da pensare che forse.......

altro che indultini..........

e ora ti prego non tirare fuori che chi delinque lo fa per colpa della
società.......

Luca
pgg
2003-08-04 11:50:29 UTC
Post by Urza
fate attenzione ai citofoni oppure ai tasti dell'ascensore, gli zingari
praticano dei segni tipo asterischi, righette e roba varia per indicare se
un appartamento e' da svuotare, se e' gia' stato svuotato etc etc.
E' tanto che ne sento parlare, ma non sono riuscito a sapere con certezza se sia
vero o no. Nel mio caseggiato tempo addietro c'era stato gran trambusco per un
paio di piccole etichette adesive con simboli attaccate al citofono, ed in molti
parlavano di imminente colpo da parte dei soliti zingari. Si e' poi scoperto che
erano stati messi da "promotori" porta a porta per segnalare ai colleghi che
l'edificio era gia' stato visitato da loro.
Post by Urza
nel mio caso il segno e' stato trovato sull'ascensore.
In quanto alle righe sull'ascensore... non so sul vostro, ma sul nostro ci sono
tante di quelle righe che sfido chiunque ad interpretarle come messaggi.
Mi raccontava un amico che nel suo caseggiato c'e' una signora che riceve molte
visite ed in ascensore ha rigato una grossa freccia che indica il pulsante del
suo piano... ;-)
pgg
Urza
2003-08-05 08:03:52 UTC
Post by pgg
In quanto alle righe sull'ascensore... non so sul vostro, ma sul nostro ci sono
tante di quelle righe che sfido chiunque ad interpretarle come messaggi.
Mi raccontava un amico che nel suo caseggiato c'e' una signora che riceve molte
visite ed in ascensore ha rigato una grossa freccia che indica il pulsante del
suo piano... ;-)
pgg
ti posso assicurare che i segni sono ben precisi, non casuali come si
possono trovare sui normali ascensori.... se ti capitera' di trovarne uno ti
assicuro che non avrai dubbi sulla volontarieta' e la definizione del segno.

Urza
Geremia Lettiga
2003-08-04 14:56:58 UTC
Post by Urza
in tema di furti vi voglio dare un indizio per sapere se la vostra
casa e' stata messa sotto controllo.
fate attenzione ai citofoni oppure ai tasti dell'ascensore, gli
zingari praticano dei segni tipo asterischi, righette e roba varia
per indicare se un appartamento e' da svuotare, se e' gia' stato
svuotato etc etc.
http://www.voicebuster.it/allarmistiche.htm
http://www.ecn.org/uenne/archivio/archivio1997/art027.html
http://leggende.clab.it/mostra.htm alla voce segnali di fumo
Invece di fare disinformazione, che serve solo a trovarsi la casa meglio
svaligiata, secondo me e' meglio seguire i consigli che si trovano:

http://www.poliziadistato.it/pds/cittadino/consigli/incasa.htm
http://www.carabinieri.it/cittadino/consigli/tematici/protcasa.html

comunque se invece pensate che sia utile, cercate i segni, mettete i cd sul
lunotto posteriore, raccogliete biglietti usati o carta stagnola, mettete
bottiglie semipiene o piene agli angoli delle case e soprattutto ritenete
Rasmus Lino un fortunato....
--
Baxi Max
"Sorridete... gli spari sopra... sono per noi..."
http://www.affarivirtuali.it/immagini



---
Outgoing mail is certified Virus Free.
Checked by AVG anti-virus system (http://www.grisoft.com).
Version: 6.0.506 / Virus Database: 303 - Release Date: 01/08/2003
Angelo
2003-08-04 15:15:35 UTC
"Urza" ha scritto
Post by Urza
in tema di furti vi voglio dare un indizio per sapere se la vostra casa e'
stata messa sotto controllo.
fate attenzione ai citofoni oppure ai tasti dell'ascensore, gli zingari
praticano dei segni tipo asterischi, righette e ...
A l'è 'na leggenda metropolitann-a.
Danni 'n'euggiâ chì:
http://www.voicebuster.it/allarmistiche.htm
e chì:
http://spazioinwind.libero.it/mycrossofworld/StranoMaVero/Leggende%20metropo
litane.htm




--
Ciao :-)
Angelo

A mæ patria a l'é Zena, a "Superba"!
€º°`°º€ø,žž,ø€º°`°º€øø€º°`°º€ø,žž,ø€º°`

Il mio GenovaForum:
http://angelot.altervista.org/phpBB2/

Il mio sito TuttoGenova:
http://space.tin.it/lettura/xpavese